In questo sito utilizziamo dei cookies per rendere la navigazione più piacevole per i nostri clienti.
Cliccando sul link "Informazioni" qui di fianco, puoi trovare le informazioni per disattivare l' installazione dei cookies,ma in tal caso il sito potrebbe non funzionare correttamente.Informazioni
Continuando a navigare in questo sito acconsenti alla nostra Policy. [OK]

L'approdo invisibile

prezzo di copertina € 16,00
autrice Grazia Livi
ISBN ISBN: 978-88-98174-15-7
collana Verde
pagine 320
Prezzo pieno: € 16,00
Sconto 30,00%
Prezzo vendita: € 11,20
Quantità: Aggiungi al carrello

Risvolto
Un desiderio implacabile muove Grazia Livi, giornalista disincantata e scontenta, sulle tracce di «un ordine segreto, un approdo invisibile». Per questo torna nella sua Londra, dove ogni dettaglio insinua un’occasione e anche episodi minimi rivelano colpi di scena: un viaggio con il tube, un incontro inatteso, un ricordo folgorante, la lettura di un libro. Fino all’intuizione esplosiva. Determinata e fiera, Grazia Livi decide una volta per tutte di abbandonare il giornalismo e affilare la penna, diventando una delle scrittrici italiane più autorevoli del Novecento.
La prima edizione de L’approdo è del 1980, quando da un capo all’altro del mondo numerose donne sveglie sono impegnate a fare i conti con un ordine simbolico che non ammette espressioni adeguate alla loro esperienza. Così Grazia Livi si rimbocca le maniche e intraprende una paziente contrattazione con la parola per articolare buchi e scarti in una narrazione formidabile. 

Dalla quarta
Con le labbra ripeto «misura», ma in verità non do questo nome a una dimensione, bensì a uno stato interno che mi chiama, che mi vuol far sua. Chiazza tiepida, mandorla di silenzio e d’ombra, confine struggente. Adesso non so bene se sono fuori o dentro il salotto dipinto, in piedi o seduta al clavicordo. So soltanto che sono sempre più vicina a un centro, a una certezza definitiva. E che, spinta fin qui dall’enorme città, sto finalmente contemplando la mia riapparsa unità, come dal fondo di un esilio. 

Se vuoi sapare chi è Grazia Livi clicca qui

condividi in: